Questa mattina ho avuto modo di incrociare l’ultima analisi a 360 gradi dell’ex Presidente Caldoro e, come ormai spesso capita ultimamente nelle sue uscite, l’ho trovata ricca di critiche e polemiche, ma assolutamente priva di proposte. Quindi assolutamente asfittica.

Quello che mi ha più colpito sono state le valutazioni sui trasporti attuali ed addirittura il commento sulla nomina di De Gregorio, stimato professionista al posto giusto al momento giusto per gestire una crisi aziendale. Quale scelta migliore di un bravo commercialista per studiare i bilanci ed avviare il risanamento.

Con uno stile diverso evitiamo commenti alle nomine altrui, ma ci limitiamo a ringraziare per il lavoro svolto da chiunque abbia operato.

Parlando specificatamente di Trasporti, definire la Giunta Caldoro “devastante” nella sua politica potrebbe essere un’ affermazione limitativa. Inoltre, questi continui interventi sul tema li riterrei senza dubbio “fuori tempo massimo”!

In questi anni sono riusciti in un’operazione unica: scontentare tutti. Basterebbe chiedere agli utenti, ai lavoratori, agli enti, alle aziende private e pubbliche, all’indotto, a chi si occupa di infrastrutture (cantieri fermi da anni con danni incalcolabili) ed a chi si occupa di TPL. Tutti risponderebbero all’unisono: UN DISASTRO!

Ovviamente, come ogni scafato amministratore pubblico, sulle critiche che giungono puntuali argomenta con le uniche dichiarazioni che può: è colpa di altri, di chi stava prima, del Governo, dell’Europa e dei marziani.

Il Presidente De Luca ha più volte ripetuto che i Trasporti dovranno essere al centro dell’azione politica della nuova Giunta Regionale perché sono la base per la crescita economica e sociale di una comunità.  Trasporti efficienti significano civiltà.

Per recuperare i danni fatti serviranno anni, ma problema dopo problema proveremo ad affrontarli tutti, impegnandoci per individuare una rapida risoluzione.